Manifestazioni / Ottocento Privato

Inaugurata a Padova, “OTTOCENTO PRIVATO,
Pittura veneta del XIX° secolo dalle collezioni degli antiquari padovani”
Musei Civici agli Eremitani di Padova
6 maggio – 13 giugno

Una quarantina di dipinti di pittori veneti che hanno operato tra la metà del XIX° secolo e i primi decenni del Novecento è in mostra, dal 6 maggio, ai Musei Civici degli Eremitani a Padova.
Si tratta di una rassegna che si inserisce a pieno titolo nella Mostra dedicata ad Oreste Da Molin, della quale è un’opportuna e significativa integrazione.

La rassegna, promossa dall’Associazione Ars Patavina, che accoglie come soci alcuni antiquari padovani, dal Comune di Padova e sostenuta dalla Banca dio Credito Cooperativo di Piove di Sacco, vuole promuovere il collezionismo d’arte e la figura professionale di chi si occupa di “oggetti antichi”.
In mostra, come detto, alcuni artisti particolarmente significativi, come i veneziani Guglielmo, Beppe ed Emma Ciardi, Brass, Lancerotto, Paoletti, il padovano Pietro Paletta.

Le opere esposte sono suddivise in due sezioni: paesaggi, vedute e ritratti; pittura di genere la seconda, che ben rappresentano l’ambiente artistico veneto dell’epoca., in molti casi ancora legato alla tradizione settecentesca, in altri decisamente più moderno. Si tratta di opere di artisti che in modo diverso sono stati a contatto con Da Molin, che, pur sempre legato alla sua Piove di Sacco, aveva tuttavia studio a Padova e frequentava vari ambienti veneziani.

La Mostra “Ottocento Privato” sarà aperta fino al 13 giugno. Sono previste alcune iniziative “di contorno” alla rassegna. La prima è in programma la sera del 24 maggio, con un incontro aperto al pubblico (opportunità non frequente ai Musei Civici) dedicato alla pittura veneta di fine XIX SEcolo, con l’intervento di esperti e critici d’arte.

 

 

torna alla homepage