Manifestazioni / L'inaugurazione

Un evento particolare, si potrebbe anche dire eccezionale, soprattutto per la Banca di Credito Cooperativo, quello che si è tenuto ai Musei Civici degli Eremitani, a Padova, nel primo sabato di aprile, in occasione della “vernice” ufficiale della Mostra dedicata a Oreste Da Molin, voluta dalla Banca di Credito Cooperativo, in collaborazione con il Comune di Padova.

Il tradizionale luogo deputato agli “incontri” alle presentazioni ufficiali di mostre e rassegne è sembrato decisamente troppo angusto. Tanti appassionati d’arte, studiosi, collezionisti, critici che hanno voluto cogliere l’occasione per vedere le oltre cento opere dell’artista della Saccisica, esposte nella rassegna antologica.

A fare gli onori di casa, il Presidente della Banca di Credito Cooperativo, Leonardo Toson, che ha illustrato i motivi, le ragioni per cui una Banca “locale” come quella di Piove non poteva di certo trascurare un evento importante come quello dei centocinquant’anni di nascita del più importante pittore del Piovese.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Padova, Monica Balbinot, ha rievocato il cammino di una collaborazione che il Capoluogo ha offerto alla celebrazione di un artista le cui dimensioni hanno indubbiamente varcato i confine delle terre natie.
In fine è toccato a Davide Banzato, Direttore dei Musei Civici, tratteggiare la figura artistica di Da Molin, uno dei più significativi interpreti del realismo veneto.

La Mostra rimarrà aperta fino al 9 luglio.

 

 

torna alla homepage